Wednesday, April 27, 2016

Híbrido sonoro

Di seguito riportiamo l'intervista pubblicata su un blog brasiliano che ha trattato positivamente il nostro Zeroland (Part I), ecco la traduzione dell'introduzione:
Italian: Immaginate l'incontro tra Radiohead, Vangelis e Pink Floyd. Questa fusione di suoni è in pratica ciò che può servire per comprendere il duo italiano GLEAM. L'ascolto del loro ultimo lavoro "Zeroland (Part 1) è un viaggio stravagante che rievoca in più occasioni i gruppi citati all'inizio. In principio le sonorità appaiono audaci e inusuali ma mano a mano che Zeroland scorre, l'insieme acquisisce coerenza. I GLEAM sono riusciti a compiere l'impresa di portare il prog rock verso l'indie rock trasformandolo, molto interessante.
Segue intervista completa su "The blog that celebrates itself"

English: Imagine the meeting between Radiohead, Vangelis and Pink Floyd. This fusion of sounds is basically what can be used to understand the Italian duo GLEAM. Listening to their latest work "Zeroland (Part 1)" is a whimsical journey that recalls in several occasions the groups mentioned at the beginning. At first the sounds appear bold and unusual but as Zeroland gradually flows, the whole thing acquires consistency. GLEAM were able to accomplish the challenge of bringing prog rock towards indie rock, transforming it, very interesting.
Complete interview follows on "The blog that celebrates itself"